PK - Cronaca di un Ritorno

di Alessandro Sisti, Claudio Sciarrone e Max Monteduro

Cosa si prova a disintegrarsi? Non vi piacerebbe, credetemi! Io lo so!
Eppure non rimpiango nulla! Ho i miei ricordi... e ogni tanto faccio pure dei sogni!
Eppure qualche volta sono incubi!

PK - Cronaca di un Ritorno è la quarta storia di PKNE - Paperinik New Era. Pubblicata nel 2016 sul numero 3181 e dal numero 3183 al 3185 di Topolino, è stata scritta da Alessandro Sisti, disegnata da Claudio Sciarrone e colorata da Max Monteduro.

Prima puntata (Topolino 3181)

Un'insolita ondata di gelo si abbatte su Paperopoli; Paperino riesce a riparare appena in tempo la caldaia della sua villetta. La sera, insieme ai nipotini, guarda il notiziario di 00 Channel: un video mostra il cantiere della Ducklair Tower, da cui appare, per un istante, il grattacielo in ricostruzione. La notte, travestito da Pk, entra nella torre per trovare Mr. Hicks, che non veda da tempo, e per avvisarlo di stare più attento. Il Custode risponde che è molto impegnato a capire le routines dell'edificio e lo tratta con freddezza. Mentre Pikappa se ne va sotto una tormenta di neve, s'imbatte in una pattuglia di ricognizione evroniana, che sembra non riconoscerlo.

pk cronaca di un ritorno

Allarmato, ritorna dal Custode, che s'interfaccia con il telescopio spaziale Bubble, e rileva la presenza di un grosso planetoide in rotta verso il Sole. A Pk sembra impossibile, perché Evron è stato distrutto da Xadhoom molti anni prima. Imbarcato sull'astronave evroniana con cui ero ritornato da quegli eventi (PKNA #37 - Sotto un Nuovo Sole), Paperinik si dirige verso la gigantesca nave.

Si accorge che attorno al Sole orbitano satelliti sconosciuti, ma viene subito attaccato da un gruppo di navette sconosciute. Lo salvano gli Evroniani, che lo proteggono, risucchiandolo all'interno del loro pianeta. Questi non sanno se sia un amico o un nemico e sono privi di guida, a parte il Supremo Assoluto F-F. Sono finiti nel Sistema Solare perché li ha guidati Xadhoom, che dorme sospesa in aria.

Il primo episodio entra da subito nel vivo dell'azione. Pk si lancia in una missione priva di certezze: il pericolo viene dal freddo improvviso e dagli Evroniani, e lo straniamento del vecchio mantello è quello del lettore, che intuisce che negli alieni viola c'è qualcosa che non quadra. Tocco di classe i nomi delle navicelle evroniane: Sceronston, Sciarlisteron, Keemozion, Goostolymon.

Seconda puntata (Topolino 3183)

Al cospetto degli Evroniani, Pk si spaccia per un fedele e potente alleato dell'Impero: ha aiutato l'Imperatore a conquistare altri sistemi solari, in cambio della protezione della Terra, su cui ha lasciato le coordinate per contattare Evron.

Colui che si finge il Supremo Assoluto F-F è il sergente Bonton, che governa la truppa evroniana aiutato dal sospettoso Manootensyon e dall'imbranato Porphioolon. L'evroniano spiega che quando la popolazione supera una certa soglia, gli scienziati fanno nascere un nuovo Imperatore da una spora; la popolazione si divide a metà, così come il pianeta e viene fondato un nuovo Impero.

Durante il loro viaggio spaziale, sono stati attaccati dalla Condivisione En'tomek, formata da droidi, che hanno minacciato di assimilarli. Mentre erano sotto attacco, è intervenuta un'altra razza aliena, i Rettificatori, portatori della Norma Universale. Questi ultimi si sono liberati dell'Imperatore e della maggior parte dei suoi sudditi, costringendo alla fuga i pochi sopravissuti con il loro planetoide, che viene in parte conquistato dagli En'tomek. Tra le zone occupate ci sono i laboratori dove si trova Xadhoom: quella che ha visto Pk è soltanto una proiezione olografica.

pk cronaca di un ritorno

Gli En'tomek continuano il loro attacco: Pk si offre di aiutare gli Evroniani, esponendosi in prima linea, ma viene catturato. E' proprio quello il suo scopo: usare i droidi per liberarsi degli alieni viola. La Condivisione, che è un collettivo di menti accetta il suo piano. Poco dopo, Paperinik viene liberato e gli Evroniani lo vedono di nuovo combattere.

Sulla Terra, Mr. Hicks decide di agire, andando a prendere Qui, Quo, Qua, bloccati a casa dalla neve, e in contatto video con Zio Paperone, chiuso nel deposito con Gastone, Paperoga e il resto del parentado.

La seconda parte è più discorsiva e prevale l'elemento di spiegazione, ma non disturba, anzi incuriosisce. Vengono ripresi aspetti organizzativi dell'Impero Evroniano, che risalgono ai primi numeri di PKNA, come la struttura ad alveare. Ben caratterizzati gli alieni viola, che oscillano tra il comico e il minaccioso, e ne sentiamo lo smarrimento, privi di guida.

Paperinik fa il doppio gioco, riuscendo a cavarsela in un ambiente ostile, insieme a presunti nemici di cui ignora forza e motivazioni. Sembra di vedere Paperino alle prese con i suoi creditori, un campo in cui è molto ferrato. I disegni di Sciarrone danno l'impressione di essere nel pieno della battaglia, e Pk vestito da evroniano fa la sua gran figura.

Si vedono altre razze aliene, oltre a Evroniani e Xerbiani. Altri popoli spaziali avevano fatto capolino in PKNA#25 - Fuoco Incrociato, con i fuggiaschi dal Pozzo, e in PKNA #27 - Capitano di Ventura con il mitico colonnello Neopard e i suoi committenti, ma il concetto non era più stato ripreso (a parte il Frittole).

I robot della Condivisione En'tomek sono ispirati ai Borg di Star Trek, ma ricordano anche i Cybermen del Doctor Who. I misteriosi Rettificatori paiono riprendere il concetto dei Costruttori (Builders) della Marvel, antagonisti della saga Infinity di Jonathan Hickman.

Compaiono Nonna Papera, Paperino Paperotto, Gastone e Paperoga, tutti alla loro prima apparizione in una storia di Pikappa. PKNE non teme i continui riferimenti alla quotidianità di Paperopoli e li inserisce in modo naturale, a cominciare dalla famiglia di Paperino, i tre nipotini. Il signor Hicks compie un altro passo verso l'umanità: decide di andare a prendere Qui, Quo, Qua, un'azione non banale, che va oltre la sua programmazione di difesa. L'atmosfera a Paperopoli preannuncia qualcosa di drammatico su tutta la Terra.

Terza puntata (Topolino 3184)

A Paperopoli la neve continua a cadere, raggiungendo uno spessore di dieci metri. Gli abitanti sono riusciti a organizzarsi grazie all'aiuto della Fondazione Ducklair, che ha messo in campo gli automi per scavare gallerie e distribuire stufe potenziate. Anche i nipotini collaborano ai soccorsi: il signor Hicks spiega loro che Paperino è in missione in Antartide, in una base scientifica.

Gli Evroniani hanno ripreso il controllo del laboratorio principale, dove si trova Xadhoom; Pk è tornato libero e vuole risvegliarla. Gli Evroniani raccontano di come l'hanno trovata mentre fuggivano dai Rettificatori, finendo vicino a Nuova Xerba. Gli En'tomek di stanza sulla parte occupata del loro planetoide avevano circondato il sole di quel pianeta con i loro satelliti, e poi era apparsa lei, priva di coscienza. Bonton e i suoi, scandagliando i ricordi della xerbiana, avevano trovato l'immagine di una pattuglia evroniana, che li aveva convinti dell'esistenza di altri loro simili nei pressi del nostro Sistema Solare.

Gli Evroniani avvertono Pikappa del pericolo mortale che sta correndo la Terra: i responsabili del raffreddamento sono gli En'tomek stessi, con i quali si è appena alleato. Essi, per estrarre l'energia dal Sole, lo stanno prosciugando, fino al collasso.

pk cronaca di un ritorno

Xadhoom si risveglia e, vedendosi circondata dagli Evroniani, tenta di attaccarli, ma è molto debole. Pikappa le spiega non sono nemici. Sulla Terra, Angus Fangus, discutendo con Lyla Lay, si domanda cosa abbiano da nascondere Mr. Hicks e le industrie Ducklair, così solerti nel prestare aiuto ai cittadini.

Xadhoom spiega a Pk la sua vita da stella: un ciclo continuo di morte e rigenerazione, per il bene del suo popolo. Poi i satelliti degli En'tomek l'hanno "spenta", privandola dei poteri. Per riaccendersi ha bisogno di una enorme quantità di energia.

Xadhoom è tornata, graficamente bellissima nelle tavole di Sciarrone, la solita Occhibelli. Mi è piaciuto Pk, con il suo atteggiamento autoritario verso gli Evroniani e sospettoso verso Xadhoom. Paperinik si ricorda del rancio dei collflame provato in PKNA #35 - Clandestino a Bordo.

Interessante l'incursione paperopolese con i nipotini e Mr. Hicks, mentre Fangus riprende a rimestare nel torbido. Le tavole monocromatiche sono state tutte azzeccate.

I satelliti usati dagli En'tomek sfruttano il principio della sfera di Dyson, un'ipotesi scientifica che prevede di sfruttare al massimo l'energia di una stella ricoprendola con una struttura in grado di assorbirne il calore.

Quarta puntata (Topolino 3185)

Xadhoom ha bisogno di un macchinario per riaccendere il suo potere. Pk riesce a convincere i diffidenti Evroniani ad aiutarla e il sergente Bonton assegna loro Porphioolon. Sulla Terra, il signor Hicks è riuscito a invertire il processo di congelamento attorno alla Ducklair Tower, sfruttando le correnti geodinamiche terrestri. In attesa di un'azione risolutiva, i paperopolesi hanno una nuova speranza, ma Hicks non può aspettare Pikappa e decide di agire a modo suo.

Xadhoom assembla l'apparecchiatura, ma si accorge che Porphioolon non è ottuso come sembra. E' soltanto un evroniano buono, costretto a fingere davanti ai suoi simili. E' anche uno scienziato capace e conosce il loro segreto, avendo decifrato la parte mancante dei ricordi della xerbiana.

Porphioolon è combattuto: vuole aiutare Pk e Xadhoom, ma non vuole che venga fatto del male ai suoi simili. Ma Xadhoom ha un'idea per neutralizzarli e lasciarli andare in via pace: ha fretta perché gli Xerbiani hanno bisogno del loro sole.

Nel frattempo Pk s'incontra con un En'tomek, per spiegare il suo piano. Manootensyon si fa sempre più sospettoso e crede che il dispositivo costruito da Xadhoom sia in realtà un'arma. Mentre vuole accertarsene vede, su uno schermo, i ricordi della mutante e capisce che è una nemica.

pk cronaca di un ritorno

La situazione precipita: gli En'tomek comprendono il doppio gioco di Paperinik e vogliono terminarlo. Arrivano dalla Terra i droni delle imprese Ducklair, che iniziano ad attaccare tutti. Pk e Xadhoom, riconosciuti come nemici, vengono catturati dagli Evroniani e preparati per l'esecuzione.

In quegli istanti concitati, Porphioolon accende la macchina progettata da Xadhoom e gli Evroniani regrediscono a spore. Restano però gli En'tomek, che vogliono gettare Pk e Xadhoom nel Sole. La xerbiana tenta il tutto per tutto e vi si getta da sola, uscendone più forte che mai, ricaricata.

Con pochi colpi si libera degli En'tomek e insieme a Pk recupera la spora di Porphioolon, abbandonando il planetoide che sta precipitando senza guida verso il Sole, con il resto delle spore evroniane.

Dopo essersi salutati, Pk torna sulla Terra, dove il clima è tornato alla normalità. Si reca da Solomon Hicks per riferirgli tutti particolari della missione e per conservare la spora superstite. Xadhoom fa ritorno su Nuova Xerba, ma ad attenderla non c'è nessuno: il pianeta è disabitato.

Ultimo episodio con dei bei colpi di scena. L'evroniano buono, diviso tra la fedeltà al suo popolo e la volontà di non compiere il male. Gli Evroniani ci lasciano per la seconda volta, e in un modo piuttosto crudo, finendo bruciati dal Sole. La conclusione avrebbe beneficiato di qualche pagina in più, ma è dipeso dal formato del Topolino, non dagli autori. Mi sarebbe piaciuto, in ogni caso, vedere qualche pagina in più di mazzate tra Xadhoom e gli Evroniani, ma sarà per la prossima volta.

Ho apprezzato la citazione a Uno che, alla fine dell'avventura, sapeva già tutto, e il cambiamento del rapporto tra Pk e Mr. Hicks. La pagina finale è spiazzante, quasi da film dell'orrore, con le case abbandonate e lo sguardo smarrito di Xadhoom, che ci riportano al mitico Numero Zero - Evroniani.

Ero tra quelli che avevano il storto naso alla notizia del ritorno di Xadhoom, scettico sulla riuscita dell'operazione, visto i numeri che andava a toccare. Mi riferisco ad alcuni albi iconici di PKNA: Ritratto dell'Eroe da Giovane, con quella conclusione che a distanza di anni mi lascia sempre triste; Sotto un Nuovo Sole, quando Xadhoom diventa la stella del suo popolo, e Pk riflette il suo sacrificio; Nell'Ombra, con la sua riflessione sul potere e l'atmosfera malinconica. Ma Cronaca di un Ritorno riesce nell'impresa, senza modificare la continuità e ponendo le basi per un nuovo filone di avventure spaziali.

I personaggi disegnati da Claudio Sciarrone hanno un'espressività che si trova raramente nei fumetti. Basti guardare il volto di Xadhoom: la xerbiana è davvero bella e sembra vera. Da ammirare anche la chiarezza delle tavole, ormai rodate per il formato del Topolino, esaltate dai colori di Max Monteduro, formidabile .

pk cronaca di un ritorno

Il coinvolgimento del resto dei paperi (Qui, Quo, Qua, Zio Paperone, Gastone, Paperoga, Nonna Papera) crea un legame emotivo in più per chi legge: Pk è un eroe familiare nel senso più alto del termine. Sotto la maschera c'è sempre Paperino: il suo tenere il piede in due scarpe, con Evroniani ed En'tomek, è un riferimento alla serie di pasticci in cui finisce sempre per cacciarsi, spesso con le migliori intenzioni.

I dettagli sulle razze aliene introdotte vengono lasciati in sospeso. Sappiamo poco della Condivisione En'tomek e nulla dei Rettificatori. Su questi ultimi possiamo formulare delle ipotesi: sono una razza aliena del tutto nuova; Xerbiani mutanti; creature sintetiche degli Xerbiani. Lo sapremo nelle prossime avventure, avendo il tempo per far viaggiare la fantasia.

Credo che degli Evroniani non ci libereremo mai: sono troppo iconici e restano i cattivi per eccellenza di Pikappa, come i Dalek per il Doctor Who. Uno di loro è sopravvissuto e certamente si interrogherà sul destino che Pk e Xadhoom hanno riservato ai suoi fratelli.

E' l'inizio di un ciclo di avventure cosmiche per Pikappa?... Cosmic PKNE, con Pikappa, Xadhoom, Thanos, Adam Warlock, Silver Surfer e i Guardiani della Galassia? Sognare non costa nulla!

Arrivato alla quarta storia, PKNE ha vinto la scommessa del ritorno di Pikappa. La serie ha trovato un suo modo narrativo e i suoi filoni principali: quello spaziale o "cosmico" con gli Evroniani e altre specie aliene; i classici viaggi nel tempo; la novità Moldrock. La pubblicazione sembra assestata su due storie l'anno e dispone di un gruppo di autori dedicati al progetto, tra i migliori di sempre.

Mi piacerebbe, però, che non venisse dimenticata la parte più sperimentale di PKNA, le storie come Motore/Azione, Manuntenzione Straordinaria, Antico Futuro, Tyrannic, Beato Angelico, Underground, La Sindrome di Ulisse, tutti quei numeri "fuori dai canoni" che hanno contribuito alla sua meritata grandezza. Sento anche la mancanza di storie ordinarie, che escano dalla logica dell'evento a tutti i costi. Si potrebbero pubblicare quattro storie annuali, di due episodi ciascuno, per riportarsi al vecchio formato degli albi di PKNA. Inoltre c'è bisogno dell'apporto creativo di altri autori, penso a Bruno Enna, ad Andrea Freccero, alla coppia Teresa Radice/Stefano Turconi.

Cronaca di un Ritorno è uscita in Limited De Luxe Edition, come le storie precedenti.

Sono tornata! Dove siete?