Patema Inverted di Yasuhiro Yoshiura

Patema è la principessa di un regno sotterraneo. Un giorno, durante un'esplorazione, si ritrova in un mondo dove persone e cose sono a testa in giù. O forse è lei a essere al contrario?

patema inverted patema

Patema Inverted (Sakasama no Patema) è un film del 2013, scritto e diretto da Yasuhiro Yoshiura, prodotto e realizzato dallo studio Purple Cow Studios Japan, con le musiche di Michiru Ōshima.

Patema (Pàtema) ama esplorare il dedalo di gallerie che forma il suo mondo, incurante dei pericoli rappresentati dagli uomini-pipistrello, esseri misteriosi che camminano con i piedi sul soffitto, e minacciano la serenità del popolo sotterraneo. Il suo tutore la rimprovera, ma Patema è giovane, testarda e intraprendente. Conserva una foto della superficie, lasciatale da Lagos, un giovane scomparso durante un'esplorazione. Un giorno decide di seguirne le orme; quando un uomo-pipistrello tenta di catturarla, precipita in un buco profondo e si ritrova nel mondo esterno, a testa in giù, con il rischio di cadere nel cielo.

patema inverted patema inverted

Ma il destino ha messo sulla sua strada Age (Eiji), che la afferra per le mani, impedendole di cadere. Inizia così la sua avventura ad Aiga, dove di notte brillano le stelle, che non ha mai visto. Il mondo di Aiga è governata da un dittatore che ha proibito di guardare il cielo, simbolo del male, poiché è lì che precipitano i peccatori. Age, invece, ama il cielo, proprio come suo padre, uno scienziato morto qualche anno prima.

patema inverted age

Patema ed Age scopriranno di avere molto in comune e insieme riusciranno a sovvertire le regole di quella società e a scoprire il mistero che lega il popolo del sottosuolo a quello della superficie, in un continuo ribaltamento di piani e prospettive.

Patema Inverted è pervaso da un sentimento del meraviglioso che, dai personaggi e dagli ambienti, si trasmette agli spettatori. I colori sono brillanti, i contorni netti. Il mondo sotterraneo è dominato dal marrone delle pareti di ferro e dei tubi; nel mondo di superficie prevalgono il verde dei prati e l'azzurro del cielo, in contrasto con il grigio cemento dell'architettura fredda, industriale, sovietica degli edifici della dittatura. Il cielo notturno, rischiarato da miriadi di stelle, denota la cura per i dettagli di questo film.

patema inverted patema inverted patema age patema inverted patema age

Il regista Yasuhiro Yoshiura scrive una storia senza punti morti. I due protagonisti all'inizio sono diffidenti e timorosi, ognuno convinto che sia l'altro o l'altra ad essere al contrario. Ma presto si accorgono che la loro bizzarra situazione può risolversi soltanto in due, aggrappandosi l'uno all'altra, abbandonando le certezze precostituite. I problemi si risolvono meglio insieme, e il primo insieme comincia quando si è in due.

patema inverted age

Il dittatore Izamura è forse l'unico limite della sceneggiatura: è il classico cattivo impegnato nel mantenimento del potere e dello status quo, ma è interessante il modo in cui lo fa. Il cielo, che secondo molte religioni e culture è il simbolo del bene, il luogo in cui risiede la divinità, diviene il simbolo del male, dove i peccatori sono stati risucchiati. E' una mitologia al contrario, un altro dei numerosi ribaltamenti del film. Il regista, infatti, si diverte a rovesciare la scena più volte, mostrandoci il mondo sia dal punto di vista di Patema, sia da quello di Age, permettendo allo spettatore di identificarsi con entrambi. E' un gioco che continua fino al termine della storia, una conclusione non banale, velata di sottile ironia.

patema inverted patema

Accompagnano le immagini le musiche composte da Michiru Ōshima, perfette e sognanti, d'ispirazione classica, eseguite dalla Russian State Symphony Cinema Orchestra. Chiude il film la malinconica Patema Inverse, che ha il testo in esperanto, cantata da Estelle Micheau.

Patema Inverted è destinato a diventare, con il passare degli anni, un classico nel suo genere.

Sono bellissime...
Nessun altro lo aveva mai detto prima.