PK - Pikappa (PK Frittole)

pk pikappa supereroe per caso

PK - Pikappa è un fumetto della Disney, pubblicato tra l'agosto 2002 e il marzo 2005.

In un crescendo di scarsa popolarità venne decisa la chiusura anticipata di PK2, con PK2 #18, e il lancio, nel numero successivo, della nuova testata intitolata PK - Pikappa, che riprendeva elementi e personaggi di PKNA e PK2, per rielaborarli in modo nuovo.

Pk viene scelto come Guardiano della Galassia e Uno ritorna nelle vesti di suo mentore e assistente artificiale. Tutto ha inizio quando Everett Ducklair è costretto ad abbandonare la Terra, lasciando a Uno il compito di scegliere il suo successore. Nel frattempo gli Evroniani si apprestano a invadere il pianeta, guidati da Gorthan, ripreso da PKNA.

I personaggi che tornano anche in queste serie sono Lyla Lay, Angus Fangus e Lyonard D'Aq. Lyla lavora sempre a 00 Channel, che è diventata una web tv; Angus continua ad avere come bersaglio preferito sia Pikappa che la Robolab, guidata da Birgit Q; Lyo è l'assistente a riposo del supereroe anni cinquanta Destroyer Duck, e vive nella fabbrica abbandonata Century: è lì che ha trovato Lyla, l'ha riparata e l'ha cresciuta come una figlia. Tra i nuovi arrivati ci sono Kronin, un pirata temporale, e Vulnus Vendor, uno scienziato malvagio già arcirivale di Destroyer Duck.

Questi personaggi sono le premesse per i filoni portanti della trama: gli Evroniani, i viaggi nel tempo e la lotta contro Vendor. La storia principale diventa più corta, 48 pagine, e questo finisce per pregiudicare lo svolgimento degli eventi, specie nel finale. Il fumetto infatti era stato pensato anche per un lancio americano, per un pubblico abituato a storie corte, e come traino al videogioco Chi è Pikappa?, del 2002.

Nonostante si cerchi di dare alle vicende un filo conduttore, tra un numero e l'altro manca spesso continuità: gli accadimenti precedenti vengono dimenticati e Paperino cambia sempre lavoro. E' proprio la caratterizzazione del Paperino di tutto i giorni a non essere delle migliori, poiché rispecchia i peggiori stereotipi sull'italiano (e sull'americano) medio, sempre pronto a fare qualsiasi cosa pur di vedere la partita e incline alla lite con i vicini, in questo caso l'antipatico Jones.

La troppa insistenza sulla vita quotidiana del supereroe, che già conoscevamo con le storie su Topolino, ha rallentato il ritmo della narrazione e spesso mostrato un Paperino incapace cronico, irascibile e sfortunato, umiliato in situazioni ridicole, troppo in contrasto con il Paperino di PKNA e con quello che ha un lavoro fisso di PK2.

Problematico è stato anche il rapporto con Uno, divenuto U.N.O., unità neuroimitativa olografica, pedante applicatore del regolamento dei Guardiani, per una buona metà della serie davvero insopportabile e privo di quella "sapienza ingenua", che tanto abbiamo amato in PKNA.

A questi difetti di scrittura dei protagonisti, si aggiunge il livello volutamente abbassato delle storie, per andare incontro ai lettori più piccoli, definiti "bambini svegli delle elementari", i famigerati BSDE. Prova ne è il secondo albo, Toyland, il numero della disfatta, una storia bambinesca, che all'epoca mi fece dubitare del buon esito dell'operazione PK - Pikappa.

Eppure l'idea di fondo di PK - Pikappa non era male e poteva avere grandi potenzialità: niente più Fantomius e Villa Rosa, che erano rimasti in PKNA e PK2, ma una versione alternativa, in cui Pikappa diventava membro dei Guardiani della Galassia, un'organizzazione ispirata, nel concetto, al fumetto della DC Comics Lanterna Verde (Green Lantern), in cui ogni pianeta ha il suo difensore, e nel nome agli omonimi eroi della Marvel. La serie si ispira anche alla Ultimate Marvel con l'idea di una nuova continuità. Quest'ultima avrebbe dovuto essere chiarita dall'inizio: chi proveniva da PKNA e PK2, non aveva affatto capito che la storia si svolgeva in un universo parallelo.

Ma quello che non è mai stato digerito, e che ancora oggi viene rinfacciato, è l'aver tentato di riscrivere personaggi ed eventi delle prime due serie, spesso con risultati non all'altezza dei modelli scelti. Da questa "rifrittura" di storie e idee è nato l'epiteto PK Frittole, nome ormai più distintivo di quello ufficiale PK - Pikappa.

Gli sceneggiatori principali sono stati Gianfranco Cordara e Stefano Ambrosio. Tra i disegnatori compaiono molte volte Lorenzo e Alessandro Pastrovicchio, Emilio Urbano e Graziano Barbaro. Sia ai testi che ai disegni debuttano diversi nuovi autori, tra cui Michele Foschini, Riccardo Secchi, Antonello Dalena, Giada Perissinotto e Vitale Mangiatordi.

Una rilettura ragionata di PK - Pikappa ha evidenziato quanto c'è stato di buono della serie: alcuni numeri avrebbero potuto ben figurare anche su PKNA e PK2, come Robophobia, l'Eracolatore, Un Lungo Addio e Protospecie. PK Frittole si chiude all'improvviso, con un volume, The End?, che sembra negare le stesse premesse della serie. Seguiranno anni di paziente attesa, in cui la speranza di leggere ancora del vecchio Pk non si è mai affievolita. Nel 2014 i tempi sono maturi: Pk torna sulle pagine di Topolino con la storia Potere e Potenza, che si riallaccia alla trama di PKNA e PK2. Per Paperinik non è ancora arrivato il momento di appendere il vecchio mantello tarlato al chiodo.

L'universo. Un mistero, per ogni specie vivente. Insondabile, quanto la mente di un poeta. Infinito... come la sua fantasia.

 

PK - Pikappa (PK Frittole) - I Numeri

Pk - Pikappa 001 - Un Supereroe per Caso
  • Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Cordara, disegni: Lorenzo Pastrovicchio

Gli Evroniani si apprestano ad invadere la Terra, guidati da Gorthan. Uno, che è l'assistente di Everett Ducklair, Guardiano della Galassia costretto a fuggire per motivi sconosciuti, si trova a dover scegliere il suo successore. Osserva diverse persone a Paperopoli, fiché la scelta non cade proprio su Paperino, un papero qualunque, che ha spirito di sacrificio, coraggio e abnegazione. Con tutta la fretta del caso, Paperino accetta di diventare il nuovo Guardiano della Galassia per il pianeta Terra, e salva la città dall'invasione aliena. L'espediente del nome del supereroe è forse banale, ma come prima storia funziona.

Buoni i disegni di Pastrovicchio: molto d'effetto la sua veduta totale di Paperopoli. La storia breve, Cambio della Guardia (Ambrosio/Sciarrone), mostra Everett che si appresta a lasciare la Terra, istruendo Uno sul da farsi.

Pk - Pikappa 002 - Toyland
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Marco Palazzi

Dopo un buon primo numero, Toyland è la storia che all'epoca azzerò le mie speranze, e non solo le mie, sulla riuscita di questa serie. Tutto il numero non è che una grande scazzottata con i dinosauri robot di un parcogiochi e gli Evroniani che li governano. Un'avventura che sarebbe andata bene sul Topolino come riempitiva. Troppo legnosi i disegni di Marco Palazzi.

Pk - Pikappa 003 - Un Mondo Perfetto
  • Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Cordara, disegni: Claudio Sciarrone

Alla Paperopoli reale si va sovrapponendo quella di un'altra dimensione, del tutto inventata. Sarà compito di Pk, con l'aiuto di Lyla, trovare la soluzione del problema. Recatisi nell'altra dimensione, affrontano Buck Paper, un misterioso supereroe che ha conformato la popolazione ai suoi gusti personali. Tra i rivoltosi, capeggiati da Angus Fangus, troviamo anche Rupert Potomac e Tempest Gale, direttamente da PK2.

Una buona avventura in una realtà distopica, con una Lyla più sexy che mai, merito di Sciarrone. Il soggetto di questa questa storia richiama quello di Demolition Man, il film di azione fantascientifica del 1994, con Sylvester Stallone e Wesley Snipes.

Pk - Pikappa 004 - Allarme
  • Soggetto e sceneggiatura Gianfranco Cordara, disegni: Giovanni Rigano

La storia che dà il nome al numero è quella breve e introduce il cronopirata Kronin, modellato sulla falsa riga del Razziatore. Molto belli i disegni sottili e dinamici di Giovanni Rigano.

La storia più corposa e interessante è Giorni di un Passato Presente di Stefano Ambrosio, Gianfranco Cordara e Stefano Intini. Si tratta della prima apparizione di Vulnus Vendor, lo scienziato pazzo che vuole attuare un folle piano di regressione del genere umano, per liberarlo dal denaro. Pk lo affronterà, salvando anche il Deposito di Zio Paperone, la più grande riserva aurea dello stato. Vendor è ben caratterizzato, un personaggio che ha un suo fascino perverso. Davvero belli i disegnati deformati di Intini, perfetti per la storia, il cui tema è sempre attuale.

Il titolo richiama Giorni di un Futuro Passato, arco narrativo e film degli X-Men della Marvel.

Pk - Pikappa 005 - Robophobia
  • Soggetto e sceneggiatura: Bruno Enna, disegni: Paolo Mottura

Placidy è una cittadina dallo stile antico e dal cuore tecnologico, sulla cui sicurezza veglia Ro-Bit, costruito dalla Robolab. Nella città vive un ragazzo taciturno, Adam, che ha stretto amicizia con il robot; insieme scoprono una serie di traffici illeciti, che coinvolgono le autorità cittadine. Minacciato dagli agenti, il giovane fugge, protetto da Ro-Bit, che la stampa fa sembrare impazzito. E' l'ora di Pikappa e di Lyla Lay, che riusciranno a salvare Adam, nonostante l'intervento di Birgit Q, che è pronta a sacrificarlo insieme al robot.

Storia assai poetica, che ci rimanda a quelle di PKNA sul rapporto uomo/robot. Molti belli i disegni d'epoca di Paolo Mottura. Ro-Bit è ispirato al robot del Pianeta Proibito, film culto di fantascienza del 1956, con Leslie Nielsen.

La storia breve, Destroyer Kid, di Riccardo Secchi e Massimiliano Narciso vede l'esordio dell'alter ego supereroistico di Lyo come assistente di Destroyer Duck. Atmosfera anni cinquanta e bei disegni di Narciso.

Pk - Pikappa 006 - Una Galassia Lontana
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Emilio Urbano

Lyo finisce su un pianeta sconosciuto, giocando con una delle sue macchine fantascientifiche. Lì è in corso una dura lotta tra gli abitanti locali e gli Evroniani. Lyo, spacciandosi per un profeta, parla della venuta di un eroe, Pikappa, che sconfiggerà gli invasori alieni. E' una storia dalla trama classica, con buoni disegni di Urbano.

Pk - Pikappa 007 - O.G.R.E.
  • Soggetto e sceneggiatura: Augusto Macchetto, disegni: Andrea Freccero

Durante la consegna delle pizze, nel suo nuovo lavoro da fattorino, Paperino s'imbatte in un piccolo macchinario, che cresce sempre più, assorbendo energia. Indossato il costume di Pikappa, si mette sulla sua scia, prima che l'apparecchiatura, cresciuta a dismisura, distrugga Paperopoli. Una storia che va letta tutta d'un fiato, su una sceneggiatura divertente e senza pause di Macchetto. Il numero è ispirato al bellissimo PKNA #20 - Mekkano, e ha disegni dello stesso autore, Freccero, che evidenziano la sua maturazione artistica.

Pk - Pikappa 008 - Kronin
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Giovanni Rigano

Da un museo viene rubata la maschera di Duckankamon, da un ladro che si è materializzato all'improvviso, già autore di altri furti. Due individui sospetti sembrano conoscere sempre in anticipo luogo e ora dei colpi: sono agenti temporali in cerca del responsabile, Kronin, il capo di un gruppo di pirati temporali detti Razziatori. Pikappa collabora con i tempoliziotti e riesce ad arrestare il criminale e a trovare un regalo per Paperina. Storia classica, sulla scia di quelle temporali di PKNA, esaltata dai disegni dinamici di Rigano.

Pk - Pikappa 009 - Grandi Speranze
  • Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Cordara, disegni: Corrado Mastantuono

Birgit Q incarica Tyrrel Duckard di scoprire l'identità di Pikappa. L'uomo ha accettato perché sa che Lyla Lay gli è spesso accanto, e vuole incontrarla. Scopriamo così il loro legame. Sia Tyrrel che Lyla furono creati come droidi da Lord Babbage, nel XIXI secolo. Ma Tyrrel odiava gli umani e uccise il suo creatore in un incendio. Dopo molti anni, Lyla venne ritrovata tra i resti della villa di Babbage da Lyo, riparata e cresciuta come una figlia. Dietro il comportamento amichevole, Lyla intuisce le vere intenzioni del suo vecchio compagno e salva Pk, quando viene messo in pericolo di vita da Duckard. La scelta di Lyla sarà molto dolorosa.

Il titolo richiama uno dei romanzi più famosi di Charles Dickens, Grandi Speranze (Great Expectations). Il personaggio di Babbage è ispirato a Charles Babbage, uno dei padri dell'informatica. Tyrrel Duckard viene ripescato da PK2, nella sua unica apparizione. La storia non è male, ha momenti malinconici, ma vorrebbe essere un Frammenti d'Autunno aggiornato, senza averne la profondità. Molto belli i disegni e gli sfondi di Mastantuono.

Pk - Pikappa 010 - Senza Ritorno
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Stefano Turconi

Pikappa viene trasportato su un'astronave dei Guardiani della Galassia per un'esercitazione: verrà valutato insieme ad altri colleghi, che incontra per la prima volta. La situazione precipita quando la nave viene attirata da un buco nero e il capitano si sacrifica per salvarla. Pikappa dovrà usare tutto il suo sangue freddo per mettere in salvo i compagni.

La sceneggiatura di Ambrosio riserva un paio di buone sorprese, ma i Guardiani non brillano per simpatia. Belli i disegni di Turconi, specie nelle vedute spaziali.

Pk - Pikappa 011 - L'Eracolatore
  • Soggetto e sceneggiatura: Bruno Enna, disegni: Graziano Barbaro

Gorthan ha ritrovato l'eracolatore, un antico manufatto evroniano, in grado di far vivere emozioni e ricordi. Lo strumento apparteneva a Zartas, il sommo poeta di Evron, grande guerriero. Volendolo provare, si addormenta in un sonno da cui non riesce a svegliarsi; allora lo scienziato Zoster è costretto a richiedere l'aiuto di Pk. L'eroe si ritrova in un tempo lontano, su un pianeta sconosciuto, nei panni di Hogarn, il capo dei ribelli in lotta contro gli Evroniani, e affronta Gorthan che sogna di essere Zartas. Soltanto comprendendo le ragioni l'uno dell'altro riusciranno a risvegliarsi. Il finale è malinconico e cosmico.

Ancora una volta Bruno Enna si mostra profondo conoscitore dell'animo umano, scrivendo una storia che non avrebbe sfigurato su PKNA. L'eracolatore mostra qualcosa del passato di Evron e della resistenza di altri popoli contro la sua oppressione. Molto d'effetto i disegni di Barbaro.

Pk - Pikappa 012 - Un Lungo Addio
  • Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Cordara, disegni: Lorenzo Pastrovicchio

Vulnus Vendor torna a colpire e trasforma Lyo in un gigantesco mostro che si arrampica sulla Ducklair Tower e rapisce Lyla. Mentre Pikappa tenta di salvarlo, l'esercito lo colpisce, facendolo precipitare. Lyo ritorna all'aspetto originario, ma il suo corpo è ormai compromesso. Acceccato dall'ira, Pk costringe Vendor a trasferire la mente di Lyo in un corpo robotico.

La storia è una delle più belle della serie. Cordara parte in quarta, mostrandoci subito Lyo trasformato, citando King Kong sul grattacielo. In un flashback vediamo il susseguirsi di eventi che ha portato a quella drammatica situazione. Altra sequenza d'impatto sono le vignette mute a scansione verticale che descrivono l'operazione di trasferimento: Pk è davvero furioso e sembra quasi che stia per uccidere Vendor, un cattivo davvero efficace. Disegni superbi di un Pastrovicchio, ispirato dalla storia, aiutato anche dalla colorazione.

E' un peccato che questa evoluzione di Lyo non sia stata sfruttata a dovere nei numeri successivi, limitandosi solo ad accenni sporadici.

Pk - Pikappa 013 - Creature dagli Abissi
  • Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci, disegni: Fabio Celoni

Paperino è inviato da Uno come esperto di sicurezza in una base scientifica sottomarina. E' il pretesto per indagare su alcuni sconosciuti fenomeni alieni che si verificano in prossimità dell'insediamento. Tra gli abissi marini si nasconde un pericolo e Pk dovrà scoprire quale. Una storia classica, d'atmosfera, con l'unica pecca nel finale che risente del numero limitato di pagine. Il comparto grafico è superlativo, perché vede il ritorno di Fabio Celoni alle matite: le pagine con il mare in tempesta e quelle subacquee sono spettacolari.

Pk - Pikappa 014 - Turisti dallo Spazio
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Piani, disegni: Marco Palazzi

Un'agenzia di viaggi organizza visite su pianeti che si autodistruggeranno. Il prossimo è la Terra, ma Pk scopre l'inganno, architettato dall'alieno che gestisce l'agenzia. Uno dei numeri peggiori del Frittole, inutile e poco divertente. Meglio la storia breve, Scala Gerarchica, divertente e ben congegnata da Stefano Ambrosio, con i disegni di Stefano Intini.

Pk - Pikappa 015 - Lo Sciame
  • Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci, disegni: Lorenzo Pastrovicchio

Vulnus Vendor deve essere trasferito in un carcere di massima sicurezza: è l'occasione per tentare la fuga. Uno sciame di api robotiche attacca il trasporto che custodisce il criminale, scortato da Pk. L'azione finale avviene alla Century, dove Lyo darà una mano, con le sue vecchie armi fantascientifiche. Il soggetto è ispirato al film d'azione Nido di Vespe del 2002.

Pk - Pikappa 016 - Protospecie
  • Soggetto: Alberto Lavoradori, sceneggiatura: Alberto Lavoradori e Stefano Ambrosio, disegni: Protospecie

Durante lavori sotterranei per la sicurezza della Ducklair Tower, Uno risveglia una creatura rimasta sepolta per milioni di anni nelle viscere della terra. Si tratta della Protospecie, un'arma evroniana sviluppata contro i Guardiani, all'apparenza inarrestabile. L'esperimento, andato fuori controllo, era stato abbandonato da Gorthan, insieme al suo creatore. Pk e l'evroniano risvegliato dovranno unire le forze per battere la specie aliena.

Un numero tra i miglior della serie, che vede il ritorno di Alberto Lavoradori, seppure alla sceneggiatura. Gustose citazioni de La Notte che Bruciammo Chrome, racconto di fantascienza di William Gibson, e della rivista di horror e fantasy Weird Tales, quella dove scrisse anche Lovecraft.

Belli i disegni di Rigano, in continua evoluzione.

Pk - Pikappa 017 - I Senzanome
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Antonello Dalena

Uno invia Pikappa a controllare il contenuto di un cargo ritrovato su un asteroide. Si tratta di cyborg creati dai Guardiani della Galassia, detti i Senzanome, utilizzati contro gli Evroniani. A causa della loro spietatezza vennero abbandonati lì e dimenticati. Pk riceve l'ordine di distruggerli, ma rifiuta, cercando di trovare una soluzione. Sarà il destino a offrirne una. Storia ben scritta, con un momento finale toccante e un azzeccato paragone con il baseball: non sempre si vince, anche quando si dà il massimo. Belli i disegni d'esordio di Antonello Dalena.

Da notare anche la breve, Fuori Orario di Gianfranco Cordara e Lorenzo Pastrovicchio, una storia senza parole, che racconta una giornata molto movimentata di Birgit Q.

Pk - Pikappa 018 - Lo Spirito della Città
  • Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Cordara, disegni: Graziano Barbaro

Pikappa viene promosso a vicecomandante di una nuova base dei Guardiani della Galassia, ma dovrà decidere se accettare o meno. In caso di risposta positiva, la sua vita sulla Terra verrà cancellata dalla memoria di quelli che lo conoscono.

Nel frattempo un gruppo criminale tenta di prendere il controllo della malavita di Paperopoli. A questa manovra non è estranea Birgit Q della Robolab, che tenterà in tutti i modi di liberarsi di Pk. Nel corso degli eventi il papero mascherato sarà aiutato in modo imprevedibile dalla sua città e crescerà il rapporto di amicizia con Uno.

E' un numero di azione e introspezione, ed è un peccato che in quelli successivi non si sia andato avanti nella costruzione di un rapporto meno burocratico tra Pk e Uno. Bravo Graziano Barbaro che tratteggia una città scura e piovosa come Gotham City, fin dalla copertina.

Pk - Pikappa 019 - Il Campione
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Piani, disegni: Alessandro Pastrovicchio

Alcuni Guardiani della Galassia spariscono senza lasciare traccia e Pikappa potrebbe essere il prossimo. Per questo viene trasferito a Guardian Core, il loro quartier generale, dove riuscirà a risolvere il mistero. Storia senza infamia e senza lode, con buoni disegni di Alessandro Pastrovicchio.

Pk - Pikappa 020 - I Cacciatori
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Lorenzo Pastrovicchio

Gli Evroniani ingaggiano tre alieni cacciatori per distruggere Pikappa. La storia, molto ben narrata, è un concentrato di azione con alcuni momenti introspettivi sul perché Uno abbia scelto proprio Paperino per essere il nuovo Guardiano della Galassia. Rivediamo anche Birgit Q, che si cambia proprio davanti al nostro eroe, per entrare in combattimento. Davvero belli e dinamici i disegni di Lorenzo Pastrovicchio, in particolare la caratterizzazione dei tre nemici.

Pk - Pikappa 021 - Serie Zeta
  • Soggetto e sceneggiatura: Sergio Badino, disegni: Marco Gervasio

Un regista di film di fantascienza scompare nel deserto, inseguito dagli Evroniani. Pikappa, che è un suo fan, indaga e scopre che è un alieno, uno scienziato fuggito dal suo pianeta, per salvarsi dalle mire del suo malvagio assistente. Bello scoprire Pk amante dei film di genere. Buoni i disegni di Marco Gervasio.

Pk - Pikappa 022 - Trasporto Valori
  • Soggetto e sceneggiatura: Alessandro Sisti, disegni: Stefano Turconi

Pikappa scopre che i Guardiani della Galassia hanno diritto allo stipendio e si mette in sciopero finché non lo riceverà. Accolte le sue richieste, l'astronave che trasporta il denaro è attaccata dai pirati spaziali: toccherà a Pk salvare paga ed equipaggio. E' una storia dal registro comico, aiutata dai disegni vivaci di Stefano Turconi. Citazione dal primo numero di PKNA, il mitico Evroniani, con la battuta "Spara!".

Pk - Pikappa 023 - Senza Via di Scampo
  • Soggetto e sceneggiatura: Michele Foschini, disegni: Antonello Dalena

Il vecchio carcere di Paperopoli è stato riadattato a museo. Nel giorno della sua inaugurazione, un criminale prende i visitatori come ostaggi, tra cui anche Lyla Lay. L'ex-prigione è impenetrabile, tranne per l'unica persona che è riuscita a evadere, Taggert, per poi essere ripresa, tradita dal suo compagno di cella, Lazlo, proprio l'attuale responsabile del sequestro. Pikappa e Taggert dovranno compiere il percorso inverso per entrare e liberare tutti.

Esordio alla sceneggiatura per Michele Foschini, che scrive una classica storia d'azione. Belli i disegni di Dalena, specie nella caratterizzazione dei due vecchi compagni di prigionia. La storia è ispirata al film The Rock di Michael Bay del 1996, con Sean Connery e Nicholas Cage. La copertina è una citazione della serigrafia di Andy Warhol che ritrae Mao Zedong, presa a pistolettate da Dennis Hopper.

Pk - Pikappa 024 - Nemico Invisibile
  • Soggetto e sceneggiatura: Michele Foschini, disegni: Giada Perissinotto

Nella baia di Paperopoli è precipitata un'astronave, da cui fuoriesce un alieno invisibile, che causa problemi energetici al suo passaggio. Pikappa si ritrova nel quartiere giapponese di Paperopoli, Little Tokyo, dove impara a combattere a occhi bendati, sotto il maestro di arti marziali Kenzaburo Tenai. Vincerà le sue paure, tra cui quella di non essere all'altezza del ruolo di Guardiano della Galassia.

Seconda storia per Foschini, che costruisce una bella atmosfera rassicurante e familiare per Pk. Bella l'ambientazione orientale dei disegni di Giada Perissinotto, a suo agio anche nelle scene d'azione. Da notare anche la breve, Il Pozzo, di Stefano Ambrosio e Vitale Mangiatordi, in cui facciamo visita al pianeta-prigione evroniano, assistendo a dimostrazioni di nuovi esseri da combattimento.

Pk - Pikappa 025 - Attacco Frontale
  • Soggetto e sceneggiatura: Riccardo Secchi, disegni: Lorenzo Pastrovicchio

Gorthan ha iniziato un piano per conquistare l'intera Terra e mettere fine ai Guardiani della Galassia. Con una serie di attacchi mirati, vengono posizionati dei ripetitori che permettono di coolflamizzare in massa la popolazione terrestre. Pikappa e Uno chiamano in soccorso i Guardiani, come previsto dal comandante evroniano. Gorthan assapora la vittoria, eppure è tormentato dai versi del sommo Zartas sul Re Guerriero, un poema rimasto incompiuto, a cui non trova spiegazione.

E' il primo numero di una bilogia scritta da Riccardo Secchi, ha momenti di tensione e bei disegni, e l'unica pecca è rappresentata dall'ennesimo cambio di lavoro di Paperino, che toglie spazio a una narrazione già costretta in 48 pagine.

Pk - Pikappa 026 - Il Re Guerriero
  • Soggetto e sceneggiatura: Riccardo Secchi, disegni: Francesco D'Ippolito e Paolo De Lorenzi

Il piano di Gorthan è portato a compimento. Le città terrestri sono attaccate - si vede anche Roma - e i Guardiani sono quasi tutti neutralizzati. Pikappa esce allo scoperto, confrontandosi con il capo evroniano, che lo invita a diventare un generale del suo esercito. Ma Pk rifiuta, mentre Uno sta portando avanti un piano per bloccare il segnale degli Evroniani. Proprio quando sembra che non ci sia speranza, Gorthan ordina di ritirare le truppe, giustificandosi col fatto che, se la Terra fosse stata distrutta, gli Evroniani avrebbero perso una preziosa fonte di emozioni. Gorthan comprende infine il senso del poema incompiuto di Zartas: la distruzione è inutile e lascia solo il vuoto in chi la opera.

Numero emozionante, con bei disegni di Ippolito e De Lorenzi. Storie come questa, se avessero avuto più spazio e un'accurata programmazione, avrebbero fatto la fortuna della serie.

Pk - Pikappa 027 - Uno + Uno
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Sergio Cabella

Nel futuro il ruolo di Pikappa è svolto da un androide, programmato dall'intelligenza artificiale Due, copia di Uno, ma priva di emozioni. Il Pk originale non ci sta e tenta di cambiare la situazione viaggiando nel passato per riscrivere la storia. Nel nostro tempo incontra il Pk della nostra epoca, aiutandolo contro gli Evroniani. Uno riesce a riprogrammare Due in modo che provi emozioni. Tornato nel futuro Pikappa affianca la sua copia nella difesa della Terra.

Storia che regala emozioni e approfondisce il rapporto tra Pk e Uno, peccato che arrivi verso la fine della serie e punti tutto sull'effetto shock di certe scene, come altri numeri di fine corso. Il Due protagonista è la versione frittolata del Due malvagio gemello di Uno e coriaceo antagonista dello stesso in PKNA. Cabella ha un tratto particolare, molto efficace per la storia.

In questo numero si fa cenno a una misteriosa Sezione Omega della Ducklair Tower. Curiosamente il livello Omega sarà una delle principali ambientazioni di Potere e Potenza, la prima storia di PKNE.

Pk - Pikappa 028 - A 9 Secondi dalla Fine
  • Soggetto e sceneggiatura: Michele Foschini, disegni: Antonello Dalena, Marco Gervasio, Giovanni Rigano e Nicola Tosolini

La storia è divisa in più parti, per quattro disegnatori diversi. Per salvare Uno, infettato da un virus, Pk e Lyla sono costretti a ricercare metalli e componenti particolari nello spazio e presso i laboratori della Robolab. Lyonard fornirà il supporto scientifico adeguato. In quest'occasione ci si ricorda del corpo robotico di Lyo. I disegni migliori sono quelli di Rigano, che tratteggia vignette stilizzate e dinamiche.

Pk - Pikappa 029 - L'Orologio del Mondo
  • Soggetto e sceneggiatura: Michele Foschini, disegni: Andrea Freccero, Francesco D'Ippolito, Paolo De Lorenzi e Vitale Mangiatordi

L'Orologio del Mondo ha dato origine ai viaggi nel tempo e alla Tempolizia ed è minacciato da Kronin e dai suoi Razziatori. Ma la situazione è più complicata di come appare. Il pirata temporale avvisa Pk che un esperimento che si terrà a Time Zero, la base della Tempolizia, potrebbe cancellare il tempo. Pikappa è costretto a recarsi nel futuro per salvare la Storia.

La storia si fa leggere, ma è la versione frittolata di Carpe Diem di PKNA, senza la giusta dose di dramma. I disegni sono opera dei tre allievi di Freccero, tra cui si distingue Mangiatordi. Lo stesso Freccero disegna i raccordi tra le parti, compresa una splendida doppia pagina iniziale.

Pk - Pikappa 030 - Vigilia Bianca
  • Soggetto e sceneggiatura: Gaja Arrighini, Michele Foschini e Stefano Ambrosio, disegni: Graziano Barbaro, Lorenzo Pastrovicchio e Nicola Tosolini

Numero che vorrebbe essere una riflessione sul Natale, diviso in tre storie, ma risulta davvero banale. L'unico evento degno di nota è l'accenno alla nascita dei Guardiani della Galassia. Peccato che avvenga nella terzultima storia.

Pk - Pikappa 031 - Sotto Zero
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, disegni: Lorenzo Pastrovicchio e Alessandro Pastrovicchio

Una base antartica della Robolab è minacciata da una misteriosa forma aliena, proveniente da una navetta rinvenuta su Titano, il satellite di Giove. Birgit Q chiama Pikappa ad assisterla contro il nemico, che si rivela essere uno dei Guardiani della Galassia, costretto a tenere sotto controllo il suo antico maestro. Nel penultimo numero arriva la versione frittolata di Urk, ma la storia si fa leggere, nonostante qualche passaggio affrettato. Belli i disegni dei fratelli Pastrovicchio.

Pk - Pikappa 032 - The End?
  • Soggetto e sceneggiatura: Stefano Ambrosio, Gianfranco Cordara, disegni: Sergio Cabella, Marco Gervasio, Alessandro Pastrovicchio e Lorenzo Pastrovicchio

Paperopoli subisce un attacco da più fronti. Gli Evroniani hanno rapito Kronin per sfruttarne i poteri temporali, e hanno lanciato un attacco su tutti i pianeti difesi dai Guardiani della Galassia, per evitare che Pikappa dalla Terra chiami soccorsi. Vulnus Vendor scatena la sua vendetta contro l'umanità. In una sarabanda di combattimenti ed esplosioni termina così la terza serie di Pk. Dovranno passare nove anni, prima del suo ritorno nel 2014 con la storia Potere e Potenza.