Roma - San Giovanni

San Giovanni

san giovanni in laterano

La Basilica di San Giovanni in Laterano è la cattedrale di Roma, una delle quattro Basiliche Maggiori, dedicata ai Santi Giovanni Battista ed Evangelista. L'aspetto odierno è il risultato di una millenaria stratificazione di stili differenti e di una serie di ricostruzioni. Agli inizi del IV secolo d.C., l'edificio era una domus dell'imperatore Costantino: nel 324 venne consacrata da papa Silvestro I.

san giovanni in laterano

Un terremoto ne distrusse gran parte nell'898, e venne ricostruita rispettando la pianta originaria. Nel 1308 un incendio distrusse anche questa seconda basilica. La terza ricostruzione non si discostò dalle due precedenti, mantenendo l'impianto a cinque navate, ma calamità naturali e invasioni ne minarono spesso l'integrità.

loggia benedizioni

Sisto V fece costruire dall'architetto Domenico Fontana il Palazzo del Laterano e la Loggia delle Benedizioni, ed erigere l'Obelisco Lateranense nella sua posizione attuale, verso la fine del XVI secolo. Fu con papa Innocenzo X che iniziò una radicale ricostruzione della basilica, sotto la guida dell'architetto Francesco Borromini. I lavori si protrassero fino al 1732 con l'edificazione dell'odierna facciata, opera di Alessandro Galilei, un capolavoro della tarda arte barocca.

All'interno, la navata centrale della chiesa accoglie le statue dei dodici apostoli. Nelle navate laterali si aprono diverse cappelle, tra cui la cappella Massimo, la Torlonia e la Casati. Nella navata laterale destra si può ammirare un affresco di Giotto. Poco distante, si trova un'inferriata su cui è posata, silenziosa, una mosca d'oro. Nell'incavo della vicina colonna, è possibile ascoltare l'eco della voce di una persona che parla rivolta verso la concavità opposta.

triclinio leonino

Sulla destra della basilica è presente il complesso della Scala Santa, sempre dello stesso architetto. Secondo la tradizione si tratta della scala del Palazzo di Pilato, che salì Gesù prima di essere condannato. I fedeli salgono la scala in ginocchio, come segno di rispetto e devozione. Appartenente al complesso è il Triclinio Leonino, di cui sopravvive l'abside. Era in origine una grossa sala per i banchetti religiosi, fatta costruire da papa Leone III nel 796.

obelisco san giovanni

L'obelisco Lateranense, in piazza San Giovanni in Laterano, è il più alto di Roma (32 metri, 45 metri con il basamento), ed è anche l'obelisco monolitico più alto del mondo. Proviene dal tempio di Ammone a Tebe in Egitto, trasportato a Roma sotto l'imperatore e ai tempi dei Romani era situato al Circo Massimo, insieme all'obelisco Flaminio in piazza del Popolo.

porta asinaria porta san giovanni

Al termine del tratto delle Mura Aureliane che corre lungo viale Carlo Felice, si trovano Porta San Giovanni e, più in basso rispetto al piano stradale, Porta Asinaria. Ques'ultima era un ingresso monumentale e difensivo, in un punto strategico per la Roma antica e medioevale, ma venne chiusa nel 1574 e sostituita dall'altra, meno maestosa e solenne rispetto alla porta più antica.

mercato metronio mercato metronio

L'autorimessa mercato Metronio si trova in via Magna Grecia, all'angolo con via Veio. L'avveneristico parcheggio con la caratteristica rampa elicoidale è stato progettato dall'ingegner Riccardo Morandi (1902 - 1989) tra il 1956 e il 1957.